By Erin Holloway

Recensione 'The Very Excellent Mr. Dundee': Paul Hogan torna a caccia, questa volta per un pisolino

Il nostro verdetto

Un sequel di 'Crocodile Dundee' degli ultimi giorni che riesce a essere migliore di quanto abbia diritto di essere, semplicemente perché sa di essere fortunato a esistere.

Per

  • 🐊 Paul Hogan conserva lo stesso fascino con i piedi per terra dei primi film di 'Dundee', accogliendo l'oscurità della vecchiaia.
  • 🐊 Le battute del film su 'cancella la cultura' sono ironiche e prendono in giro le battute facendole a spese di Hogan.

Contro

  • 🐊 Una porta girevole di attori di supporto ottiene trame che riempiono più tempo dei sentimenti, mentre le fonti più ovvie del dramma vengono ignorate.

Può sembrare difficile da credere, ma è molto probabile che nel 2020 non mi sia relazionato a nessun film più di quanto L'Eccellente Signor Dundee , la storia di un uomo il cui obiettivo principale è quello di essere lasciato solo dal mondo per poter fare un pisolino. La star Paul Hogan aveva 46 anni quando ha colpito il paydirt internazionale con Il coccodrillo Dundee nel 1986, e ora ha 81 anni, per sua stessa ammissione è troppo vecchio - e troppo stanco - per provare a rivivere le sue glorie passate, tanto meno aggiornarle per una generazione che pensa che sia morto come il defunto Crocodile Hunter Steve Irwin. Ma quest'ultima puntata del franchise adotta un approccio sorprendentemente efficace e consapevole ai legacyquel, sostenendo sostanzialmente che non è necessario che esista e che ci sono circa un migliaio di ragioni in più per cui non dovrebbe funzionare, anche se Hogan e un team di i geni creativi possono trovare un motivo per provare.

Piuttosto che interpretare di nuovo l'immaginario avventuriero australiano, questa volta Hogan interpreta se stesso, un ex attore settantenne che vive comodamente a Los Angeles con suo figlio Chase (Jacob Elordi), e con sicurezza indifferente al fatto che il mondo lo ami ancora o meno. Dopo che un incidente in un parco faunistico lo porta sui tabloid, la sua manager Angie (Rachel Carpani) coglie l'opportunità di riparare la sua carriera creando un nuovo Il coccodrillo Dundee film e, si spera, apra la strada a un potenziale cavalierato per i suoi servizi alla commedia. Inizialmente disinteressato a nessuna delle due offerte, Hogan obbliga Angie con riluttanza, ma si ritrova in acque ancora più calde quando viene cancellato per aver rifiutato un'offerta per Will Smith per interpretare il figlio di un personaggio molto bianco sposato con un altro personaggio molto bianco. In poco tempo, diventa una calamita per aumentare le controversie quando i suoi tentativi di controllare i danni peggiorano solo l'opinione pubblica contro di lui.



Collegamento con amici come Olivia Newton-John e il suo Coccodrillo il co-protagonista Reginald VelJohnson e alla fine consultandosi con esperti di controversie sulle celebrità come Chevy Chase, Hogan alla fine decide di mettere in atto i suoi piani di ritorno. Ma dopo aver appreso che sua nipote Lucy (Charlotte Stent) conta sul suo cavalierato per riparare la propria reputazione in una nuova scuola in cui ha problemi ad inserirsi, Hogan inverte la rotta e accetta di seguire il piano di Angie con la speranza che non lo farà. il piede in bocca troppo male troppe altre volte prima che il danno diventi irreversibile.

Fare scatti alla cultura dell'annullamento è un frutto basso per le celebrità anziane, ma dentro L'Eccellente Signor Dundee , almeno Hogan è disposto a prendersi gioco di se stesso mentre prende in giro l'attitudine dei media a trasformare qualsiasi incidente in un barometro di quanto una persona possa essere buona o cattiva. Se la tua conoscenza di Hogan è limitata alla precedente Dundee film, il film mette in evidenza l'ampiezza e la varietà dei suoi successi in carriera al di là di essi (tutti nei titoli di testa, nientemeno); ma la trama e la realizzazione del film in sé forniscono una ragione convincente per credere che il suo personaggio da bravo ragazzo non sia un atto, poiché arruola Newton-John, VelJohnson, Wayne Knight e altri per interpretare se stessi nella storia immaginaria della sua vita. Nel frattempo Chase è un idiota così famigerato che non può fare a meno di riflettere su di lui in modo più lusinghiero, e John Cleese fa un lungo cameo nei panni di un autista di ridesharing che dà al comico britannico la possibilità di condire questa storia di redenzione con alcune risate sdolcinate (e partecipare a quello che quasi sicuramente sarà l'ultimo inseguimento in auto ad alta velocità della sua carriera).

Il ruolo di Carpani come manager di Hogan fornisce al film un coro greco per reagire a ogni nuova indegnità che subisce e registrarne l'impatto sulla sua carriera, mentre questa gentile ex star li considera con il livello di imbarazzo appropriato per una persona nella loro fine degli anni '70 i cui obiettivi si sono ridotti al semplice piacere di guardare Contro (beh, qualche mese fa comunque) mentre mangiavo un buon panino. Nel frattempo, Elordi non ha quasi nulla a che fare con suo figlio ventenne, evidentemente gestisce una discoteca fuori dalla sua camera da letto quando non sta conducendo allenamenti aerobici nel loro cortile. Ma Hogan ha ancora lo stesso fascino con i piedi per terra che ha reso Dundee un tale incantatore tre decenni e mezzo fa, e capisce ancora una volta che può essere il bersaglio di uno scherzo ed essere abbastanza coinvolto da emergere senza compromettere la sua dignità.

In definitiva, l'ultimo (e presumibilmente l'ultimo) ritorno di Hogan al franchise che lo ha reso una star internazionale non è particolarmente eccezionale – è un piccolo film per un pubblico limitato – ma è molto meglio di quanto chiunque possa aspettarsi che sia. Detto questo, fornisce una conclusione interessante a una carriera che gli spettatori al di fuori della sua nativa Australia probabilmente non sono riusciti a vedere, e in un certo senso suggerisce alcuni obiettivi di vita per le celebrità che stanno invecchiando – o per chiunque cerchi di aggrapparsi ai giorni di gloria che sono lontani. Dopotutto, se tutto ciò che Paul Hogan vuole a 81 anni è un paio d'ore di licenziamento, forse se lo è guadagnato; passiamo tutti molto tempo cercando di tenerci occupati, tenere il passo e ottenere risultati, spesso rendendo i nostri progressi più difficili del dovuto, e L'Eccellente Signor Dundee è un ottimo argomento per i vantaggi di rallentare e riposarsi un po'.

L'Eccellente Signor Dundee sarà disponibile per lo streaming l'11 dicembre 2020.

Le migliori offerte di Amazon Prime Instant Video di oggi Amazon Prime Amazon Prime Video - Prova gratuita Visualizzazione Amazon Prime Amazon Prime - Annuale $ 119/anno Visualizzazione Amazon Prime Amazon Prime - Mensile $ 12,99/mese Visualizzazione

Articoli Interessanti