By Erin Holloway

Samuel Adewunmi: 'Sarai il 13° giurato in You Don't Know Me'

Samuel Adewunmi

Samuel Adewunmi recita al fianco di Sophie Wilde in questa serie in quattro parti (Credito immagine: BBC)

Samuel Adewunmi interpreta un giovane sotto processo per omicidio nella miniserie BBC1/Netflix in quattro parti, Non mi conosci .

Il dramma in tribunale racconta la storia di un giovane uomo che rischia l'ergastolo per un crimine che giura di non aver commesso, che condivide la sua storia con la giuria nel disperato tentativo di mantenere la sua libertà.



Con il suo processo che sta per finire e un verdetto di colpevolezza apparentemente inevitabile, usa le sue osservazioni conclusive per condividere la straordinaria storia di come le cose hanno iniziato a crollare quando si è innamorato di una ragazza di nome Kyra.

Basato sul romanzo dell'avvocato Imran Mahmood e adattato per lo schermo da vigile il creatore Tom Edge, sarà sicuramente un successo tra gli spettatori e Samuel ne racconta tutto qui...

Samuel Adewunmi sul suo personaggio, Hero?

'Potrei essere un po' di parte perché lo interpreto, ma si sentiva come qualcuno che ha un vero senso di integrità e moralità. È un venditore di auto che ha a cuore la sua carriera, ama la sua famiglia - sua madre e sua sorella - e inizia una relazione con questa ragazza che incontra chiamata Kyra. È un uomo qualunque a cui è capitato di trovarsi in queste circostanze davvero straordinarie.

Sta cercando di andare d'accordo e di vivere una vita piuttosto semplice, ma finisce per essere trascinato in un mondo che non si sarebbe aspettato. Non vedevo l'ora di farlo perché sentivo che questa era una storia che non avevo mai visto prima e anche se non avevo avuto la parte ero davvero entusiasta di guardarla!'

'È in grado di parlare così bene e condividere la sua storia in questo modo mostra quanto sia eloquente, ma è anche incredibilmente coraggioso perché è in gioco la sua vita. In realtà volevo diventare un avvocato quando ero al college e ho visitato il tribunale alcune volte per vedere come funzionavano le cose, quindi sapevo cosa aspettarmi, ma ho dovuto rimanere sul banco degli imputati per cinque giorni consecutivi durante le riprese facendo grandi monologhi, il che è stato piuttosto arduo!

'Non sappiamo se Hero sta dicendo la verità o no, quindi in un certo senso il pubblico è il 13° giurato. Adoro le storie come questa che non prendono alcuna decisione per te, perché confida che gli spettatori siano abbastanza intelligenti da pensare da soli e darsi le proprie idee.'

Come descriveresti la relazione di Hero con Kyra?

'È davvero una storia d'amore e nel primo episodio la incontra sull'autobus ed è completamente ipnotizzato da lei. È bellissima, ma è anche molto intelligente, molto divertente e molto gentile e premurosa. Hero pensa di avere tutto, ma presto le cose vanno male. L'amore è un po' folle, vero? Pensiamo che sarà meraviglioso, ma anche l'amore è una sfida. È difficile e ci costringe a crescere ea trovare dentro di noi cose che forse non sapevamo nemmeno fosse possibile trovare.

'Hero non avrebbe mai pensato che avrebbe fatto alcune delle cose che fa, ma ama Kyra profondamente e farebbe qualsiasi cosa per salvarla. Alcune persone potrebbero pensare: lascia il suo uomo!' Ma non è quel ragazzo. L'amore in qualche modo lo motiva a fare la cosa sbagliata per le giuste ragioni.'

Hai una grande chimica sullo schermo con Sophie Wilde, che interpreta Kyra...

'Non abbiamo avuto molto tempo per provare insieme perché Sophie è entrata a far parte del cast abbastanza tardi. In realtà è australiana, quindi dopo essere entrata per la lettura di chimica, era tornata in Australia, quindi non c'era alcuna possibilità anche dopo che era stata scelta per conoscerla davvero e cose del genere. Abbiamo chiacchierato un po' e mandato messaggi, FaceTime e cose del genere. E, naturalmente, stavamo anche girando durante la pandemia, quindi c'erano regole piuttosto rigide su come potevamo incontrarci dove potevamo incontrarci quando potevamo incontrarci.

'Era una situazione, ma sento che abbiamo davvero cliccato e lei è semplicemente una persona adorabile, calorosa e gentile'.

Tu Don

Sophie Wilde interpreta Kyra, la ragazza di Hero.(Credito immagine: BBC)

Ti è piaciuto lavorare con Bukky Bakray, che interpreta la sorella di Hero, Bless?

'Ero una sua grande fan in Rocks. Penso che conosceremo Bukky nei prossimi anni, perché sì, è proprio come un vero talento. Sappiamo già che è una stella nascente dei BAFTA e sono super eccitato per dove sta andando. Ha solo una testa così vecchia su spalle giovani. È davvero intelligente, molto coscienziosa e talentuosa, ma il suo talento non è proprio la cosa che ho tolto dal lavorare con lei. Era come, 'Wow, mi piaci davvero come persona' e ho imparato così tanto dalle conversazioni con lei e persino parlando di come lo spettacolo, la sceneggiatura e cose del genere. È così creativa.'

Hai discusso della storia con l'autore del romanzo, Imran Mahmood?

'Imran ha lavorato come avvocato a Londra per molti anni e queste esperienze lo hanno ispirato a scrivere il libro. La serie è basata sul suo romanzo, ma la storia è leggermente diversa, quindi ho parlato con Imran solo a metà delle riprese. Mi ha detto che ha basato il personaggio principale su un caso specifico in cui rappresentava qualcuno che era molto intelligente e molto eloquente e stava immaginando cosa sarebbe successo se quel ragazzo avesse fatto le sue osservazioni conclusive. Ha visto lo spettacolo e penso che si sia sentito davvero emozionato mentre lo guardava!'

Cosa aggiunge la regia di Tom Edge alla serie?

'Adoro il modo in cui passa dall'aula di tribunale al flashback e il modo in cui Hero racconta la storia, perché questo ti aiuta davvero a entrare nella sua testa. Quel ragazzo sa davvero come afferrarti e tenerti impegnato! Ricordo di aver letto la fine del secondo episodio, che finisce con un grande cliffhanger e io ero tipo 'Whoa!'

Non mi conosci inizia domenica 5 dicembre su BBC1, mentre sarà su Netflix in un secondo momento negli Stati Uniti.