By Erin Holloway

Regina King collabora con David E. Kelly per la serie Netflix 'A Man in Full'

Regina Re

Regina Re (Credito immagine: Getty Images)

Due dei potenti giocatori di Hollywood stanno collaborando, mentre Regina King e David E. Kelly stanno lavorando insieme su un nuovo Netflix serie limitata basata sul romanzo di Tom Wolfe Un uomo in pieno , secondo un rapporto di Varietà .

Netflix ha dato Un uomo in pieno un ordine diretto alla serie con Kelly che fungerà da sceneggiatore, produttore esecutivo e showrunner, mentre King è stato incaricato di dirigere i primi tre episodi della serie limitata, che conterrà sei episodi della durata di un'ora; King è anche produttore esecutivo.



Un uomo in pieno parla del magnate immobiliare di Atlanta Charlie Croker, costretto a dichiarare improvvisamente bancarotta. Gli interessi politici e commerciali si scontrano mentre Charlie difende il suo impero da coloro che tentano di trarre vantaggio dalla sua caduta in disgrazia.

Non sono state fornite informazioni su quando Un uomo in pieno potrebbe arrivare a Netflix.

Kelly ha le mani in molti progetti al momento. Il prolifico scrittore televisivo è stato recentemente dietro la serie limitata di Hulu Nove perfetti sconosciuti , mentre attualmente ha anche spettacoli in corso Grande Cielo su ABC e Grosso colpo in poi Disney Plus . Ha anche un rapporto di lavoro con Netflix, attualmente sviluppando versioni TV dei libri L'avvocato Lincoln e Anatomia di uno scandalo . Pavone anche annunciato Lo scomparso era in lavorazione da Kelly.

Per King, sta svolgendo il triplo dovere di attrice, regista e produttrice. Di recente è apparsa nel film Netflix Più cadono ; ha diretto episodi per programmi TV popolari tra cui Questi siamo noi e Insicuro , così come il lungometraggio Una notte a Miami ; e la sua società di produzione, Royal Ties, ha un primo accordo con Netflix.

La potente combinazione di Regina King e David E. Kelley che affrontano il commento sociale pungente e ancora tempestivo di Tom Wolfe è semplicemente innegabile, ha affermato Nne Ebong, vicepresidente degli accordi generali di Netflix.