By Erin Holloway

Recensione di 'The Morning Show' 2.05: Fantasmi

Il nostro verdetto

'The Morning Show' continua la sua lenta marcia verso l'assalto iniziale della pandemia di COVID-19 in questa sciocca e saponosa puntata.

Per

  • - Reese Witherspoon e Billy Crudup svolgono un lavoro solido ed emotivo, come spesso accade
  • - Nestor Carbonell fa del suo meglio per dare vita a una trama in stile cancel-culture
  • - L'esibizione furba di Marcia Gay Harden è sorprendente

Contro

  • - I personaggi di questo show sono, come sempre, assolutamente estenuanti, non importa quanto avvincenti possano essere
  • - La gestione di Alex Levy come personaggio rimane frustrante e odiosa
  • - Consentire anche un minimo di simpatia a un personaggio che è stato denunciato come stupratore la scorsa stagione è davvero sconcertante e fuorviante

Questo post contiene spoiler per Lo spettacolo mattutino . Dai un'occhiata alla nostra ultima recensione qui .

C'è il pericolo che uno spettacolo sia così fermamente impegnato a rappresentarsi come una capsula del tempo. Lo spettacolo mattutino , alla sua seconda stagione, sta commettendo molti errori, molti dei quali veramente non forzati, ma quella qualità della capsula temporale potrebbe essere la peggiore di tutte. Mentre ora discutiamo del quinto episodio della stagione, Ghosts, questo segna il punto a metà di una stagione iniziata stuzzicando il cupo assalto della pandemia di COVID-19. Ma ora è abbastanza ovvio (anche se non garantito) che l'arrivo della pandemia sulle coste degli Stati Uniti sarà il culmine della stagione, poiché lo spettacolo si sviluppa lentamente concentrandosi in anticipo su tutte le sciocchezze del panorama mediatico.



Quel tipo di dicotomia potrebbe funzionare se uno dei due Lo spettacolo mattutino era un film e non un dramma settimanale della durata di un'ora; o se questo show fosse disposto a non aspettare così tanto tempo per svelare la pandemia al di fuori della sua sottotrama italiana con Mitch Kessler (Steve Carell). Invece, Ghosts inizia il giorno di San Valentino, poiché lo spettacolo si concentra su altre due trame principali, che sembrano entrambe particolarmente insignificanti con il senno di poi. Il primo coinvolge l'amministratore delegato di UBA Cory Ellison (Billy Crudup) che continua a cercare di ottenere storie cattive sulla defunta Hannah Shoenfeld (Gugu Mbatha-Raw, che dovrebbe ricevere i pagamenti delle royalty da questa stagione per la frequenza con cui il suo personaggio viene menzionato senza essere visto ) fuori dalla stampa. Inizia cercando di scuotere il suo predecessore licenziato Fred Micklen (Tom Irwin), il quale sottolinea che parte del pacchetto di uscita negoziato che aveva sostanzialmente consentito che le sue indiscrezioni passate - o meglio, le loro indiscrezioni passate - venissero spazzate via sotto il tappeto. Micklen si paragona a Nixon ed Ellison a Gerald Ford, l'implicazione è che tocca a Cory far sparire le cose, altrimenti Fred continuerà la sua campagna di muckraking. Cory cerca, in modo piuttosto vago, un po' di sollievo dal suo vicino di hotel elegante Bradley Jackson (Reese Witherspoon), che può simpatizzare per l'impatto della morte di Hannah ma sa molto meno di ciò che sta attualmente mangiando Cory.

Quindi l'azione si sposta sull'altro grande complotto, che è il dibattito presidenziale democratico a Las Vegas che Alex Levy (Jennifer Aniston) sta ora moderando a malincuore. Alex è molto concentrata sulle questioni che contano mentre lavora con il suo team, incluso il produttore Chip Black (Mark Duplass), sulle domande per l'uomo sul sedile caldo ... l'ex sindaco di New York Michael Bloomberg!

Questo è ciò che voglio dire sul fatto che la capsula del tempo sia un problema. Ricordi quel momento fugace all'inizio del 2020 in cui sembrava che Bloomberg avesse anche una possibilità di ottenere la nomination presidenziale democratica? Va bene se non lo fai, perché la quantità di tempo che hai appena trascorso cercando di ricordare quel momento fugace è più lunga di quanto non fosse il momento fugace.

Alex è comprensibilmente preoccupata che il suo modo di moderare, dal suo tono ai suoi vestiti, alle domande che fa o non fa, sarà pesantemente criticato come qualsiasi cosa facciano o dicano i candidati primari. Ma col senno di poi, questa scena è davvero ridicola, e non solo per l'impressione molto strana e per nulla convincente che uno dei dipendenti fa come Bernie Sanders, fingendo di rispondere alla domanda che Alex si pone all'istante, un vero softball su come i commenti passati di Bloomberg sulle donne potrebbero rovinare le sue possibilità in un'elezione generale. (Questa domanda, tieni presente, è trattata come se fosse molto astuta e nessun altro avrebbe potuto pensarci, e no. È estremamente semplice! Molti giornalisti possono pensarci!)

Entrano Mark Duplass e Jennifer Aniston

Mark Duplass e Jennifer Aniston in 'The Morning Show'(Credito immagine: Apple TV+)

Ad ogni modo, Alex deve lasciare il powwow quando viene informata che la conduttrice rivale del notiziario mattutino Audra (Mindy Kaling) è in giro nel suo ufficio. Audra è lì per chiedere ad Alex il permesso, o almeno la sua benedizione, di far apparire la giornalista Maggie Brener (Marcia Gay Harden) nel suo show per parlare del temuto libro dietro le quinte sull'UBA. Alex sembra perplessa e infastidita dal fatto che Audra sia anche lì come su richiesta, ma approva rigidamente prima di chiedersi perché Audra non è così gentile con lei come lo è sempre stata. Audra, da parte sua, è stupita dal fatto che tu ci creda davvero, il che parla di un aspetto della caratterizzazione di Alex che dovrei riconoscere.

Quando Alex informa Chip in seguito, è per pregarlo di trovare ad Alex una copia del libro; dopo che Chip ha sottolineato che non è probabile che ne procuri una copia a causa del fatto che tutto fa parte della storia negativa, lei gli sibila semplicemente dicendo che sta facendo un pessimo lavoro dopo essere tornato. È difficile guardare Jennifer Aniston nei panni di Alex, perché il personaggio è spesso molto estenuante ed egocentrico in modi che non sono del tutto sicuro che questo show afferri. Ma poi, dopo aver letto un articolo come questo sul nuovo libro di Katie Couric e sulla sua natura scioccante e sorda, forse dovrei dare a questo spettacolo un po' più di credito nella sua caratterizzazione di Alex, che sembra un parallelo di Couric. Solo un po.

Da questa trama, passiamo al vero e proprio palcoscenico in cui viene messo in scena 'The Morning Show' e il meteorologo Yanko (Nestor Carbonell) è frustrato nell'apprendere che non verrà mandato fuori in piazza come al solito per i suoi segmenti, perché della sua gestione della controversia sugli animali spirituali e di come al pubblico non è piaciuta la sua risposta. Quando la produttrice Mia (Karen Pittman) gli dice che ha in programma di girare presto un segmento filmato con una tribù Seminole in Florida, si è infastidito e giustamente nota che farlo in un segmento filmato sembra molto meno genuino che farlo nel suo privato volta. Il grattacapo qui (a parte le lamentele di Yanko sul progressismo dei suoi padroni dell'UBA) è che abbiamo così poca comprensione o consapevolezza di come le persone al di fuori della bolla dell'UBA rispondono effettivamente agli eventi di questo spettacolo nello spettacolo. Al pubblico non piace la risposta di Yanko? Sappiamo che la dirigente di UBA Stella (Greta Lee) è infastidita, ma Mia lo presenta anche come un problema di pubblico, e per uno spettacolo sui media ignorare la presenza del pubblico è strano e porta a momenti frustranti come questo. È probabile che i problemi di Yanko peggioreranno, però, dopo che vede un idiota insultare Stella per aver portato il virus cinese negli Stati Uniti e lo picchia sotto gli occhi di alcuni passanti, proprio fuori dall'ufficio dell'UBA. Giusto sentimento, sbagliato posto.

Steve Carell dentro

Steve Carell in 'The Morning Show'(Credito immagine: Apple TV+)

Non c'è un uso più appropriato dell'aggettivo 'frustrante' che nel discutere di quello che sta succedendo in Italia, con Mitch e la sua nuova amica regista Paola (Valeria Golino), mentre si concludono filmando la sua narrazione sullo schermo del documentario a cui sta lavorando in poi. Mitch le fa i complimenti prima di sottolineare che non andremo a letto insieme, il che sono sicuro sia un grande carico per la mente di Paola. Sottolinea che non doveva mettersi in quarantena con lei, cosa che dice di aver fatto perché gli piace la sua compagnia nonostante i suoi stessi danni. Ricordiamo che il danno (che Paola dice che le piace di lui) include il fatto che abbia violentato una donna che poi è andata in overdose ed è morta. Danno! Questo è un modo per dirlo!

Paola poi svela la sua vera agenda: vuole intervistare Mitch. All'inizio resiste ma alla fine cede, parlando della sua ritrovata consapevolezza della lotta interna di Hannah. Per ora, dirò solo che per quanto armato possa essere il fascino di Steve Carell, trasformare quell'arma per rendere comprensivo un predatore sessuale è ... uh ... una scelta.

Tornato nell'appartamento di Cory, il suo assistente lo aggiorna sul suo programma, incluso un misterioso viaggio a Green Bay di cui nessun altro è a conoscenza. E poi, perché no, il suo assistente gli dice che ha sentito nientemeno che Bradley e la collega giornalista dell'UBA Laura Peterson (Julianna Margulies) si stanno frequentando. All'inizio Cory ride, ma dopo che il suo assistente se ne va, rievoca un momento chiave tra lui e Bradley, subito prima del suo famigerato viaggio al consiglio dell'UBA per chiedere a Cory di mantenere il suo lavoro. È un momento chiave principalmente perché sembra che i due stiano per incontrarsi romanticamente (anche se l'azione si interrompe prima che si abbraccino). Cory sembra proprio che abbia riattaccato con Bradley, perché, beh, di nuovo, perché no. Questo è il motto di questo spettacolo, tra l'altro: sai, perché no?

Ma torniamo a Cory e a quei misteriosi piani per Green Bay. Cosa c'è in Wisconsin, chiedi? Nient'altro che il padre di Hannah Shoenfeld, interpretato qui dal sempre affidabile attore caratterista David Paymer, nei panni di un barista molto burbero. Il padre di Hannah è comprensibilmente arrabbiato con UBA, sapendo chi è Cory prima che si presenti e implori l'uomo più anziano di accettare l'accordo invece di $ 119,2 milioni, un numero che è più simbolico di qualsiasi altra cosa di come UBA fosse disposta a ripagare Fred Micklen per andare via. Anche dopo aver avvertito il padre di Hannah dell'imminente campagna diffamatoria, non è disposto a muoversi.

Laura, guarda caso, sta facendo l'autostop a Las Vegas con Bradley, Alex e Chip, in parte per intervistare il sindaco Pete Buttigieg, ma in parte per trascorrere del tempo con Bradley. Ad ogni modo, Alex non è affatto contenta, sibila di aver bisogno di un Advil per la sua schiena e che Laura la mette a disagio con Chip, che sembra pronto a strangolarla. È solo un viaggio divertente sul jet privato, ragazzi! Quando arrivano, Chip e Alex sono entrambi dispiaciuti e terribilmente cattivi nel nasconderlo quando vedono nientemeno che Maggie Brener, che vede il loro terribile tentativo di nascondersi ma è abbastanza educata da ignorarli. Ah, ma non è tutto: dopo che Chip ha rivelato la sua memoria da elefante su alcuni dei commenti passati di Alex, che lei ha convenientemente dimenticato, Alex presume correttamente che abbia parlato con Maggie per il libro. Lo ammette, e Alex lo prende abbastanza bene, perdonando immediatamente Chip e facendolo annaffiare sotto i ponti. Oh, chi sto prendendo in giro, lo prende terribilmente, urlando e imprecando e piagnucolando quasi tutto d'un fiato. Affascinante.

Marcia Gay Harden dentro

Marcia Gay Harden in 'The Morning Show'(Credito immagine: Apple TV+)

Per lo spettatore a casa, Laura aiuta a far sembrare Alex ancora più affascinante. All'inizio dell'episodio, Alex ha notato che a Laura è sempre piaciuta e non ha idea del perché, ma se Laura dice la verità, ha un ottimo motivo per non amare Alex. Alla fine degli anni '90, quando Laura e Alex erano nuovi nel mondo degli affari e amichevoli, Alex scoprì che Laura era lesbica, una frase che Julianna Margulies fa le fusa per aggiungere qualche sillaba in più solo per divertimento. E poi, subito dopo, anche una rete rivale; questo, insieme alla scelta di Alex di ignorare Laura per andare avanti, le fa credere che Alex abbia spettegolato alle persone sbagliate (o forse alle persone giuste).

Bradley è scioccata da questa notizia, anche se è probabile che sia più scioccata abbastanza presto. Riceve un messaggio da Cory e dopo aver chiamato (con Laura che parla in sottofondo), Cory si rende conto che i pettegolezzi condivisi dal suo stesso assistente erano veri su Bradley e Laura. Continuando, chiede a Bradley se dovrebbe intraprendere qualsiasi azione necessaria per evitare che le brutte storie su Hannah vengano pubblicate. Dice che dovrebbe, ma c'è solo una ruga: è probabile che solo una pubblicazione conduca la storia, e Cory è stato informato che l'unico modo per avviare la storia è avere una storia più salace ... come, diciamo, un storia d'amore tra due giornaliste.

L'ultima scena dell'episodio continua il fascino offensivo per Alex, che decide di andare direttamente alla fonte e visitare la stanza di Maggie Brener nella disperata speranza di ottenere una copia del libro. Sebbene Maggie non abbia copie a portata di mano, ha un mock-up che rivela il titolo - The Wrong Side of the Bed - e l'immagine di Mitch e Alex che si sorridono. Se ciò non è abbastanza orribile, Maggie conferma che il libro afferma che le due ancore hanno dormito insieme. Alex è fermamente convinto che questo non sia vero e che pubblicare il libro avrebbe rovinato il paese, un livello di grandiosità che non immaginavo avrebbe raggiunto questo spettacolo. Ma Alex è proprio così impressionante. Negli ultimi istanti, guardiamo Alex di nuovo sul jet privato: Bradley sta ora moderando il dibattito al suo posto mentre Alex torna in luoghi sconosciuti.

A metà stagione, Lo spettacolo mattutino continua ad essere aggressivamente ridicolo, presuntuoso e operistico spesso nella stessa scena. E mentre ora guardiamo ai prossimi cinque episodi, dovrei notare che una delle mie grandi paure della stagione potrebbe non avverarsi: se lo spettacolo mantiene questo ritmo da lumaca, non dovrò preoccuparmi dell'UBA squadra che riferisce sulle proteste di Black Lives Matter dell'estate del 2020, grazie a Dio. Ma la pandemia presumibilmente alzerà la testa prima della chiusura della stagione. Forse dovremmo iniziare a scommettere ora su chi prenderà il virus.