By Erin Holloway

'The Great' stagione 2 episodio 3 Fact vs Fiction: Alone at Last

Il grande

Phoebe Fox, Elle Fanning e Belinda Bromilow in 'The Great' (Credito immagine: Hulu)

Questo post contiene spoiler per Il grande episodio 3 della seconda stagione, 'Alone at Last'.

Il terzo episodio di Il grande si apre con Catherine che pronuncia un'imprecazione al risveglio e trascorre la maggior parte di Alone at Last cercando di riportare le emozioni nel suo cuore. Sono passati più di quattro mesi da quando ha sacrificato Leo (Sebastian De Souza) ed è perseguitata da sogni che suggeriscono come avrebbe potuto salvarlo. Piuttosto che affrontare il suo dolore, Catherine vuole andare avanti con i piani per infondere nuova vita illuminata in Russia, ma la ruota del progresso non gira abbastanza velocemente per l'imperatrice.



L'amore e la stagione del tartufo sono nella mente di Pietro III (Nicholas Hoult) mentre continua i suoi sconsiderati tentativi di corteggiare Catherine. Sfortunatamente, le sue azioni violente e impulsive alla fine del secondo episodio assicurano che la sua reclusione relativamente facile cambi marcia. Sua moglie è furiosa con lui per un altro omicidio insensato e ordina alle guardie di picchiarlo prima che bandisca tutti dal suo appartamento. Essere lasciato solo non è qualcosa a cui Peter risponde bene, e questa punizione è senza dubbio legata al suo ruolo nell'uccisione di Leo. Quando Catherine finalmente cede e gli dà la possibilità di unirsi alla caccia al tartufo, i suoi commenti schietti sulla sua parte nella morte di Leo sono inopportuni. Catherine se ne va con il suo nuovo cane da caccia al tartufo e il suo dolore si trasforma in rabbia.

Alla fine della premiere della seconda stagione, Peter ha dato la testa decapitata di Catherine Leo e fino a questo punto lei ha sperato che fosse sopravvissuto. Peter professa il suo amore, ma la sua mancanza di empatia e il suo atteggiamento disinvolto nei confronti dell'omicidio saranno un punto critico e i potenziali altri corteggiatori che aspettano dietro le quinte.

Separeremo la realtà dalla finzione nella seconda stagione di Il grande . Questa guida episodio per episodio continua con la verità dietro il cuore spezzato di Catherine in Alone at Last e la sua vorace vita amorosa.

  • 'The Great' stagione 2 episodio 1 Fact vs Fiction: Head's It's Me
  • 'The Great' stagione 2 episodio 2 Fact vs Fiction: Dickhead

Il conte Leo Voronsky è basato su una persona reale?

Sebastian De Souza ed Elle Fanning ne Il grande

Sebastian De Souza ed Elle Fanning ne 'Il grande'(Credito immagine: Ollie Upton/Hulu)

No non lo era. Questo è un filo fittizio comune tra la maggior parte del cast di supporto Il grande .

Nella prima stagione, quando i rapporti carnali tra Peter e Catherine sono al minimo, Peter ha regalato a sua moglie un uomo con attributi fisici impressionanti. A questo punto, Peter non aveva alcun attaccamento sentimentale alla sua sposa e Leo sarebbe stato il suo giocattolo (come ne aveva molti). Una vera attrazione sviluppata tra la coppia e la vena romantica e la sete di conoscenza di Leo lo hanno reso un partner ideale. Non avrei mai pensato che essere condannato sarebbe stato così piacevole, osservò Leo quando si rese conto che la loro storia d'amore non avrebbe mai avuto un lieto fine.

Quando Peter ha iniziato a innamorarsi di Catherine, il risultato sarebbe stato solo l'imminente morte di Leo. Vedere Leo regalare a Catherine un anello ha messo in moto il piano e la scelta definitiva di Catherine tra Russia e Leone ha avuto un solo risultato.

In realtà, Catherine ha avuto una serie di amanti, anche se nessuno è morto in questo modo violento durante il colpo di stato. L'altra grande differenza è che Peter non ha acconsentito a questi affari, poiché ognuno era top secret. Catherine aveva metodi elaborati per sgattaiolare fuori per incontrarsi con artisti del calibro di Sergei Saltykov (che si dice sia il padre di Paul). Tuttavia, è improbabile che Leo sia il padre del suo bambino non ancora nato poiché il suo stato di sterilità (a causa della parotite da bambino) viene notato quando viene presentato.

Con chi aveva una relazione Catherine al momento del colpo di stato?

Elle Fanning ne Il grande

Elle Fanning ne 'Il grande'(Credito immagine: Gareth Gatrell/Hulu)

Quando Catherine parla della perdita di Leo, Elizabeth (Belinda Bromilow) è ottimista quando osserva che il primo amore è buono, ma io raccomando anche il ventunesimo.

Catherine non ha raggiunto questo numero, ma l'ha fatto una dozzina di amanti nella sua vita. Al momento del colpo di stato, era impegnata in una relazione con il conte Grigory Grigoryevich Orlov. Orlov ei suoi quattro fratelli furono determinanti nel complotto per rovesciare Peter (e la sua morte sospetta). Diversi mesi prima che Catherine salisse al potere, ebbe un figlio da Orlov; Peter non era a conoscenza di questo evento.

È anche degno di nota il fatto che il giorno del colpo di stato del 1762, quando cavalcò tra migliaia di uomini (stimati tra 14.000 e 20.000), incontrò Grigory Potemkin che è considerato l'uomo più importante della sua vita, anche se non sono diventati romantici coinvolto fino al 1774. L'adattamento molto ampio di Hulu non ha introdotto Orlov e non è chiaro se lui o Potemkin faranno la loro comparsa.

È russo soffrire?

Elle Fanning ne Il grande

Elle Fanning ne 'Il grande'(Credito immagine: Gareth Gatrell/Hulu)

Piangere è molto russo, ha detto Leo a Catherine quando non riusciva a trattenere le lacrime nell'episodio 4 della prima stagione, eppure ha fatto tutto il possibile per fermare l'acquedotto. Darsi un pugno in faccia ha temporaneamente impedito a questa cruda emozione di emergere, ma quando si ritrova nella radura dove ha visto l'ultima volta il suo grande amore, le porte si aprono.

Quando Marial (Phoebe Fox) ed Elizabeth scoprono Catherine in mezzo ai boschi, offrono conforto. Sono molto, molto triste, ammette. Elizabeth le ricorda che il sogno è solo un desiderio e non una soluzione che avrebbe potuto trovare in quel momento. Si è spezzata il cuore per questo Paese ed Elisabetta aggiunge che ne soffrirà, verserà lacrime amare per questo e tuttavia vivrà comunque come questo emblematico di questa nazione.

Oggi sono molto russa, ammette Catherine, e questo sentimento è presente in tutta la serie, in particolare quando si tratta di amore. Il bisogno spirituale più elementare e rudimentale del popolo russo è il bisogno di sofferenza, sempre presente e inestinguibile, ovunque e in ogni cosa, ha affermato Fëdor Dostoevskij in Diario di uno scrittore , e l'idea dell'anima russa deriva dal suo lavoro. Il romanziere non nacque fino al 1821, ma l'amore per l'arte di Catherine avrebbe probabilmente incluso l'acclamato scrittore e il suo concetto di identità russa.