By Erin Holloway

Recensione di Emily in Paris stagione 2: cosa c'è di nuovo nella vita di Emily?

Ashley Park, a destra, nei panni di Mindy con Lily Collins nei panni di Emily in Emily a Parigi su Netflix.

(Credito immagine: Netflix)

Emily Cooper è tornata per un'altra stagione di Emily a Parigi e, sebbene fosse iniziata lentamente, la seconda puntata delle sue avventure parigine non ha deluso.

Nonostante fosse conosciuto come uno spettacolo 'da amore all'odio' quando è stato presentato per la prima volta nell'ottobre 2020, è ancora diventato la migliore commedia di Netflix del 2020. Quindi, sebbene non molti proclamino il loro amore (o addirittura lo stesso) per Emily con orgoglio, è chiaro che ha abbastanza alcuni fan, anche se si sintonizzano solo per criticarla.



Allora, cosa c'è di nuovo questa volta? Ci immergiamo in…

*attenzione: spoiler in vista*

Ciao St Tropez

Uno dei maggiori punti di forza di Emily a Parigi è l'evasione dalla realtà che, ammettiamolo, è stata molto necessaria dall'inizio della pandemia. Mentre l'ultima volta siamo stati trattati in abbondanza di paesaggi parigini (e abbiamo continuato a goderne in abbondanza nella stagione 2), questa volta Emily ci ha portato fuori Parigi e in gita a St Tropez.

Quella che doveva essere una fuga romantica con Mathieu Cadaul, si è trasformata in un viaggio molto strano per ragazze dopo che Mathieu ha sentito Emily parlare con Gabriel della loro calda notte insieme. Cosa rende l'intera situazione ancora più imbarazzante? Il fatto che Camille si unisca a Emily, nel disperato tentativo di dimenticare Gabriel e completamente ignara del fatto che Emily e Gabriel si siano messi insieme alle sue spalle. Ah, cherie...

Confessiamo che il bisogno di Emily di riscattarsi, rimettere insieme quei due, senza prima confessare Camille non ci ha fatto iniziare alla grande, ma St Tropez è bellissima!

Mindy fa un po' di azione...

...in senso figurato e letterale. La principessa con cerniera sta ottenendo le sue trame — finalmente! Mindy (Ashley Park) è stata una buona amica di Emily da quando si sono incontrati nella prima stagione, ma era giunto il momento che lei avesse qualcosa in più da fare che fornire consigli ogni volta che Emily si trova in qualche tipo di problema (che potrebbe effettivamente essere un completo- lavoro a tempo, ma probabilmente non molto divertente - o ben pagato).

Quindi è stato bello vedere Mindy perseguire i suoi sogni di diventare una cantante a Parigi, innamorarsi di Benoit, avere una battuta d'arresto nella crescita personale e romantica e superarli durante una ballata di potere strappalacrime. Parla dell'energia del personaggio principale! Attento, Emilia...

Camille diventa il cattivo

Anche se è stata lei a subire un torto qui, Camille (Camille Razat) è riuscita a diventare la cattiva dello show nella seconda stagione. Dopo aver tentato senza riuscirci di dimenticare Gabriel e aver scoperto la sua relazione con Emily (tutto a causa di una padella, quanto si addice a uno chef), Camille entra sotto i riflettori con un esplosivo brindisi di compleanno a Emily (una scena sormontata solo dal suo vestito , il mio preferito nell'intero spettacolo). Vedere Emily che cerca di riconquistare la sua amicizia è stato doloroso, soprattutto quando tenta di scrivere una lettera in francese, che diventa anche uno dei momenti più divertenti della stagione. Ma, dopo che Camille ha confessato a sua madre che rivuole Gabriel, escogitano un piano che inizia convincendo Emily ad accettare un patto in cui nessuno dei due riesce ad averlo. Con grande sorpresa di Emily (che è stata distratta da qualcun altro), Camille fa a modo suo e i due vanno a vivere insieme. Questo per quanto riguarda il patto delle ragazze...

Alfie entra in scena

Ricordi la distrazione di Emily che abbiamo menzionato sopra? Si chiama Alfie. L'uomo britannico che si oppone all'apprendimento del francese, o al godersi tutto ciò che l'autentica Parigi ha da offrire, è il rimbalzo di Emily mentre cerca di convincersi che ha superato lo chef. Funziona per un po', soprattutto perché Alfie passa dall'odioso Romeo a un aspirante fidanzato sensibile che desidera provare una relazione a distanza quando deve tornare a Londra. Nella scena degli appuntamenti di oggi, è difficile resistere a quel cambiamento di cuore per qualsiasi donna, anche se è ancora innamorata dello chef Gabriel.

Sylvie diventa selvaggia

Philippine Leroy-Beaulieu come Sylvie in Emily a Parigi su Netflix.

(Credito immagine: Netflix)

Sylvie era già una delle preferite dai fan dalla prima stagione, ma ora l'ha davvero azzeccata. Non solo aveva un marito sexy e segreto nel sud della Francia che gestiva un beach club che ha aiutato a fondare (scattando foto spontanee di persone), si è anche insaccata una giovane fotografa, si è opposta agli standard dell'età e oh - abbiamo menzionato si è opposta al mondo aziendale americano? La donna è una leggenda dello stiletto. È davvero gratificante vederla vincere l'ultima battaglia (o forse la prima?) contro il Gilbert Group, la società che ha acquistato Savoir.

Emily finalmente diventa vulnerabile

Come abbiamo detto, le cose iniziano un po' lentamente nella seconda stagione, ma iniziano a riprendersi verso la fine della stagione e culminano nell'episodio finale, quando finalmente vediamo Emily diventare vulnerabile.

Come dice Luc, devi controllare tutto, Emily? È stato così per tutto lo spettacolo. Poi finalmente raggiunge la consapevolezza che a volte dobbiamo lasciare che la vita faccia il suo corso e accettare che le cose potrebbero andare diversamente da come speravamo. Vedendo Emily accettare che sì, voleva le cose che avrebbe dovuto volere ma non sembra più il momento più genuino dell'intero spettacolo. Segue poi la straziante scoperta che Gabriel è tornato con Camille. Il fatto che potrebbe aver perso la possibilità di amare Gabriel non rende meno stimolante il fatto che Emily finalmente si renda conto e accetti ciò che vuole veramente.