By Erin Holloway

Non avere un legame femminile: fai invece un film Moneypenny!

Naomie Harris nel ruolo di Eve Moneypenny in Skyfall.

Naomie Harris nel ruolo di Eve Moneypenny in 'Skyfall'. (Credito immagine: MGM)

Dopo una lunghissima attesa e più di un cambio di programma, il 25° film di James Bond, Non c'è tempo per morire , è finalmente arrivato. È un grande momento per uno dei franchise più amati e iconici della storia del cinema. Il film segnala l'ultimo evviva di Daniel Craig come 007, inoltre è il primo film della serie ad essere diretto da un americano, il regista vincitore di un Emmy Cary Joji Fukunaga. Con la critica che dà il pollice in alto al film e il botteghino internazionale che si sta già rivelando un successo (si apre negli Stati Uniti l'8 ottobre), sembra che sia tempo per un altro giro di discorsi su Bond.

L'imminente partenza di Craig ha ispirato il solito giro di conversazioni non solo chi interpreterà il prossimo Bond ma se quella persona può essere una donna. Il casting dei fan ha messo sul tavolo nomi come Charlize Theron, Gwendoline Christie e Priyanka Chopra. Gillian Anderson, quando le è stato chiesto se avrebbe interpretato una Bond girl, ha detto che preferirebbe interpretare Bond . Non è difficile trovare un'attrice al lavoro oggi che ucciderebbe per essere il protagonista di una saga d'azione lunga decenni che ha contribuito a plasmare il volto del cinema.



Ovviamente, è un'idea che ha portato a molto del solito furore per lo scambio di ruoli maschili e ha ispirato molta della stessa noiosa rabbia in malafede che vede la semplice presenza delle donne in uno spazio maschile predefinito come una sorta di attacco iperfemminista. Vedere quel tipo di petulanza rende facile difendere il concetto, ma ci sono ragioni legittime per pensare che un legame femminile sia una cattiva idea.

Come entrambi brama e produttore di lunga data di Bond Barbara Broccoli notato, è sicuramente un investimento migliore per creare nuove IP per storie d'azione con la partecipazione di donne? Broccoli ha persino messo i suoi soldi dove è la sua bocca producendo quella di Blake Lively La sezione ritmica .

Bond è una storia al suo meglio quando esamina la mascolinità spesso brutale del suo protagonista, un uomo che aggira il confine tra eroe e antieroe, e una figura i cui atteggiamenti nei confronti delle donne, del sesso e del potere sono cambiati con il passare degli anni . Uno dei motivi per cui Craig è un Bond così avvincente è perché comprende perfettamente quanto possa essere rotto e arrogante il personaggio. Basta guardare il cambiamento nella sua personalità da Casinò reale a caduta del cielo per avere il quadro completo. Quindi, avere una donna che diventa il volto di questo vecchio impero, sia letterale che culturale, e non gli viene data la possibilità di essere se stessa sembra superfluo.

Ovviamente, se i produttori di Bond vogliono portare il franchise in nuove direzioni dopo Craig e sono veramente interessati a mettere un personaggio femminile in primo piano, hanno già un'ottima opzione sul tavolo. Entra Eve Moneypenny.

Naomie Harris e Daniel Craig in Skyfall.

Naomie Harris e Daniel Craig in 'Skyfall'.(Credito immagine: MGM)

La signorina Moneypenny è probabilmente la donna più coerente nella vita di Bond. La segretaria di M, l'ufficiale in comando di Bond, e la sua compagna di flirt in molte iterazioni cinematografiche, Moneypenny è uno dei personaggi femminili più trascurati nel cinema di successo. Nei romanzi di Ian Fleming, è stridentemente professionale con Bond ma anche irrimediabilmente innamorata di lui, mentre nei film scherza regolarmente con lui prima che gli vengano assegnati nuovi casi. Si dedica al suo lavoro e ricopre il grado di Secondo Ufficiale nel Servizio Navale Reale delle Donne, e tutto ciò ha ottenuto la sua autorizzazione Top Secret a un livello a cui solo una manciata di figure hanno diritto.

Ci sono voluti fino al 2012 caduta del cielo per Moneypenny per guadagnare una storia passata e un nome, Eve. Interpretata da Naomie Harris, Eve viene mostrata come un ufficiale sul campo che ferisce accidentalmente Bond durante una missione a Istanbul, il che porta tutti a presumere che sia morto. Eve finisce per essere bloccata al lavoro come punizione, anche se torna in campo anche una volta che Bond riemerge. A Macao, aiuta Bond a localizzare un agente del cattivo della settimana, Raoul Silva, ma in seguito decide di ritirarsi dal lavoro sul campo e diventare segretaria del nuovo M.

Moneypenny è un personaggio in gran parte definito dal suo potenziale e dal fatto che il franchise lo stia sprecando. L'attore di Bond Roger Moore una volta espresso rammarico che Lois Maxwell, l'originale Moneypenny, non aveva avuto la possibilità di essere promossa a M. Nei film successivi, come i titoli più sdolcinati e saltatori di squali nell'era di Pierce Brosnan, Moneypenny è più sessualmente carica nei suoi flirt con Bond, ma a sua volta finisce per trasformarsi in una stupida ossessionata dall'uomo.

Ian Fleming Publications ha opzionato una trilogia di romanzi dal punto di vista di Moneypenny negli anni 2000 intitolata I diari di Moneypenny , scritto da Samantha Weinberg, con lo pseudonimo di Kate Westbrook. Sebbene i libri offrissero un retroscena e più caratterizzazione per Moneypenny, erano letture decisamente schiumose con una lucentezza pastello che gli editori commercializzavano più come 'chick lit' che come storie di spionaggio serie. Non è una brutta cosa, ovviamente, ma sembrava indicativo di come Moneypenny nel suo insieme non sia mai stato preso così sul serio, anche dalla proprietà che apprezza così tanto questa proprietà.

Le opportunità sono abbondanti per Moneypenny per tornare in campo. Sarebbe sicuramente un'aggiunta rinfrescante al genere spionistico, che ha spesso trascurato la lunga storia delle donne agenti e il lavoro cruciale e spesso pericoloso che hanno svolto. La stessa Moneypenny è stata ispirata da personaggi del calibro di Vera Atkins, un ufficiale dell'intelligence britannica che faceva parte della squadra che ha evacuato i decifratori di codici Enigma della Polonia in Romania, e Paddy Ridsdale, un agente che ha assistito gli sforzi di controspionaggio di Fleming durante la seconda guerra mondiale.

Come hanno dimostrato anche i film di Craig, Moneypenny si adatta perfettamente a questo mondo che hanno rimodellato per il 21° secolo. Per fortuna, ora non è nemmeno l'unica donna sul campo, con Non c'è tempo per morire introducendo un nuovo agente 00 interpretato da Lashana Lynch, così come Ana de Armas come agente della CIA che assiste Bond sul campo. Eve lavora come personaggio perché sembra avere una testa molto più equilibrata sulle spalle rispetto al Bond spesso traumatizzato e testardo. Conosce i suoi limiti ma ha ancora un senso dell'umorismo su tutto. Quando flirta con Bond caduta del cielo , durante una delle scene di rasatura più sexy della storia del cinema, la dinamica del potere sembra più equilibrata di quanto non sia mai stata in questo franchise. Aiuta anche il fatto che Harris sia così sorprendente nel ruolo.

Anche: I migliori film di James Bond: classifica tutti i film di James Bond

Quindi, perché non lasciare che Harris sia il titolo delle sue storie? È un'attrice nominata all'Oscar con quasi 35 anni di attività e si è più che dimostrata in ruoli d'azione, da caduta del cielo a 28 giorni dopo al riavvio peccaminosamente sottovalutato di Michael Mann Miami vice . Ha anche il ruolo di Shriek Venom: Che ci sia carneficina , che offre alcune grandi opportunità per la follia caotica dell'azione.

Harris può essere focoso e provocatorio, per poi passare al fascino cool come un cetriolo. Immagina Harris nei panni di Eve, di nuovo sul campo, un po' traballante ma ancora abile e che offre una sorta di furtività e intrigo che Bond spesso rifiuta. Sarebbe anche un'interessante opportunità per cambiare gli aspetti stilistici del mondo Bond. Forse un film di Moneypenny potrebbe essere intriso di neon e ghiacciato, alla maniera di Charlize Theron's Bionda atomica ?

Il franchise di James Bond resiste perché è una formula solida che può facilmente cambiare per adattarsi alle idee contemporanee e alle nozioni di cinema in evoluzione. Al suo meglio, mostra cosa significa essere un uomo nel corso dei decenni. Lascia 007 ai ragazzi e vediamo se riusciamo a stabilire quel tipo di narrativa per le donne, in cui non hanno bisogno di essere solo la versione ribaltata del genere di un ragazzo. Moneypenny aspetta da tempo il suo momento sotto i riflettori.

Articoli Interessanti