By Erin Holloway

I migliori attori di Bond: da Sean Connery a Daniel Craig

Non c

(Credito immagine: MGM)

Pochi franchise cinematografici sono così iconici come la saga di James Bond. Iniziate nel 1962, le continue avventure di 007 di Ian Fleming, autorizzato a uccidere, hanno contribuito a definire la cultura pop per quasi 60 anni. Con l'uscita del 25° film del ciclo, Non c'è tempo per morire , vediamo il tanto atteso climax di Bond come rappresentato da Daniel Craig. Prima della sua partenza prende il via l'ennesima conversazione in merito chi dovrebbe poi interpretare Bond , vale la pena guardare indietro al passato e considerare quale attore ha interpretato meglio questa parte.

La saga di Bond è curiosa in quanto dà il meglio di sé quando riflette l'era mutevole che incarna, ma troppo spesso non è riuscita a farlo. I produttori hanno dovuto percorrere una linea sottile tra mantenere il franchise fresco e aderire alla tradizione, e quella tensione ha creato risultati contrastanti. Ti attieni al lavoro di Ian Fleming, anche se esaurisci il materiale sorgente per adattarti direttamente? O vai per la tua strada e rischi di deviare da ciò che ha reso il personaggio così affascinante in primo luogo? È un enigma che ha gravato pesantemente sulle spalle dei sei uomini che hanno interpretato il ruolo nel corso del franchise (e questo non conta nemmeno gli attori che lo hanno interpretato in altri mezzi, come trasmissioni radiofoniche, audiolibri e così via in poi). Le mutevoli aspettative di critici e fan allo stesso modo rendono il lavoro un vero campo minato, ma che, se lo fai bene, può ripagare profumatamente.



Pertanto, classificare i nostri titoli dal peggiore al migliore è un argomento evidentemente soggettivo, che abbiamo cercato di strutturare con alcuni avvertimenti. L'attore è riuscito nei termini stabiliti per loro dai film, dall'epoca in cui interpretava il ruolo e dai cambiamenti apportati al personaggio? Ci stiamo concentrando sui sei attori della serie ufficiale e non includendo artisti del calibro di David Niven della versione comica di Casinò reale , o Barry Nelson, che ha interpretato Bond nella serie antologica televisiva Climax!

6. George Lazenby

George Lazenby nel ruolo di James Bond.

(Credito immagine: MGM)

L'attore australiano George Lazenby aveva recitato in spot pubblicitari solo quando è stato scelto per sostituire Sean Connery. Era giovane, elegante, fisicamente adatto al ruolo, ma sapeva recitare? È apparso infamemente solo in un film di Bond, 1969 Al servizio segreto di Sua Maestà , prima di decidere che non voleva continuare, cosa che non andava d'accordo con i suoi produttori o co-protagonisti. Mentre alcuni critici hanno definito la sua performance come una cancellazione totale, ciò non sembra particolarmente giusto. Non è affatto cattivo, è solo che non ha mai fatto nient'altro che quel film.

In tutta onestà, quel film è un vero picco nel franchise, una storia spesso cinica con un pugno emotivo infernale. Non è difficile capire perché Christopher Nolan e Steven Soderbergh lo adorino. Lazenby avrebbe potuto essere fantastico, ma il suo unico film significa che il suo status di peggior Bond è una specie di default in questo momento.

Miglior apparizione come Bond: Bene, abbiamo solo Al servizio segreto di Sua Maestà tra cui scegliere, ahimè.

5. Pierce Brosnan

Pierce Brosnan nel ruolo di James Bond

(Credito immagine: MGM)

Siamo chiari: Brosnan è in basso in questa lista, ma questo non lo rende un cattivo Bond. Era elegante, sapeva fare una battuta come nessun altro e non hai mai dubitato della sua abilità con le donne. In termini di pura estetica, Brosnan era sui soldi. Il problema è più con il materiale che gli è stato dato e come ha finito per schiacciare tutto il suo carisma a favore di un tipo banale di snellezza che alla fine ha ucciso il franchise per diversi anni.

Ricorda, questa è la parte della serie Bond in cui ottiene un'auto invisibile. Alla fine del suo mandato, il Bond di Brosnan era diventato una parodia, non per sua colpa, anche se sembra aver controllato da Muori un altro giorno . Non possiamo proprio biasimarlo. La scrittura aveva iniziato ad appoggiarsi troppo sulle battute, sui gadget e sul posizionamento dei prodotti. Anche le sue seduzioni sembravano un po' grossolane, con alcune battute che rasentavano il tipo di territorio che ci aspetteremmo da un Proseguire film. Divenne, tremiamo a dirlo ad alta voce, anche Hollywood.

Miglior apparizione come Bond: Brosnan era al suo apice Occhio d'oro , con il materiale da abbinare.

4. Roger Moore

Roger Moore nel ruolo di James Bond.

(Credito immagine: MGM)

Nel corso di sette film, Roger Moore è stato sicuramente messo alla prova nei panni di Bond. È andato nello spazio, ha disinnescato bombe nucleari, ha combattuto in cima al Golden Gate Bridge e ha persino combattuto contro alcuni coccodrilli. L'era di Moore era sicuramente quella del formaggio retrò, il tipo di stupidità vertiginosa che prosperava su grandi acrobazie, concetti alti e poca trama.

La sua volontà di essere un po' sciocco ha portato un po' di leggerezza al procedimento, ma presto ha sopraffatto il punto originale del personaggio. Alla fine della sua corsa, Moore era un po' troppo vecchio ed era strano vederlo combattere così lentamente e affascinanti donne abbastanza giovani da essere sua figlia. Tuttavia, come esemplificazione degli anni '70 e del Bond che quel decennio richiedeva, non potevi battere Moore.

Miglior apparizione come Bond: L'uomo dalla pistola d'oro ha dato a Moore il suo più grande avversario sotto forma di Scaramanga di Christopher Lee, ma per puro divertimento, dobbiamo andare con Vivi e lascia morire .

3. Timothy Dalton

Timothy Dalton nel ruolo di James Bond.

(Credito immagine: MGM)

Se mai c'è stato un attore che è stato gravemente sminuito dalle sue esperienze come Bond, è Timothy Dalton. Dati solo due film per mostrare le sue cose - Le luci del giorno viventi e Licenza di uccidere - Dalton ha contribuito a fondare Bond nella realtà ancora una volta dopo molti anni di esibizionismo esagerato.

In un Intervista 2008 , Dalton ha spiegato il suo approccio al personaggio: 'Non è un superuomo; non puoi identificarti con un superuomo. Puoi identificarti con il James Bond dei libri. È un uomo macchiato, davvero. Volevo catturare quell'occasionale senso di vulnerabilità.'

Certamente l'ha fatto. Molti fan di Bond considerano il breve mandato di Dalton come la versione più accurata dei romanzi di Fleming, grazie a quel misto di fascino, trasgressione e un'oscurità ribollente sotto l'aspetto elegante. Alcuni critici hanno avuto problemi con la mancanza di umorismo, specialmente in Le luci del giorno viventi , ma questo funziona per la forza di Dalton. Questo è un uomo la cui stanchezza per il lavoro è evidente. Purtroppo, la sua corsa è stata interrotta a causa di problemi legali e il suo contratto è scaduto presto.

Miglior apparizione come Bond: Facilmente Le luci del giorno viventi , che rimane un picco sottovalutato nella tradizione di Bond.

2. Sean Connery

Sean Connery nel ruolo di James Bond.

(Credito immagine: MGM)

Cosa c'è da dire su Sean Connery nei panni di James Bond che non è stato rapsodizzato dai tetti negli ultimi decenni? Ha aperto la strada al personaggio, ha creato ciò che molti considerano essere il legame per eccellenza. Il suo senso dell'umorismo era secco come i suoi martini e la sua sfacciata sensibilità maschilista, all'epoca, una boccata d'aria fresca. Ancora più importante, era anche così figo come Bond.

Non hai mai dubitato che questo ragazzo potesse salvare la situazione, giocare una scala reale a poker e poi prendere la ragazza nello stesso giorno. Anche con tutti gli elementi del franchise che non sono invecchiati bene - e ce ne sono molti - il carisma di Connery è rimasto del tutto intatto dal tempo. Come si fa a battere Connery Dito d'oro , l'incontro perfetto tra attore, personaggio e storia? Ci sono voluti decenni prima che qualcuno si avvicinasse.

Miglior apparizione come Bond: C'è una ragione Dott. No è stato un grosso problema quando è stato presentato in anteprima, ma adoriamo anche Connery Palla di tuono .

1. Daniel Craig

Non c

(Image credit: EPK (Nicola Dove))

È facile dimenticare quanto sia stata rinvigorente la presenza di Craig quando i film di Bond sono tornati sui nostri schermi dopo la partenza di Brosnan. Sembrava una scelta così di sinistra, una scelta che ha visto molti fan creare siti Web di protesta e petizioni. Ha subito dimostrato che i cinici si sbagliavano.

Craig è il miglior Bond. Era la giusta miscela di umorismo secco, fisicità, stoicismo ed ego genuino, il tutto condito con una forte dose di trauma. C'è una vera grinta nella sua interpretazione che suggerisce la genuina inidoneità del personaggio per un ruolo come questo. Ha aiutato il fatto che, nel corso dei suoi cinque film, a Craig sia stato permesso di evolversi da quell'arrogante parvenu all'ombra distrutta di se stesso e tornare subito alla centrale elettrica dell'MI6.

Dopo la morte di Vesper Lynd in Casinò reale , puoi vedere il dolore di quella perdita inciso sul suo viso Quantum di consolazione . Craig era notoriamente disinteressato a romanticizzare Bond, denunciando la sua misoginia nelle interviste, e questo ha contribuito a rendere la sua interpretazione così acuta e completamente credibile. I film non gli hanno sempre dato l'arco che meritava - scusa, Spettro — ma compri sempre ciò che sta vendendo Craig.

Miglior apparizione come Bond: Casinò reale e caduta del cielo sono le sue vette come Bond, che mostrano entrambe le facce della medaglia che lo hanno reso così affascinante. Sarà un atto difficile da seguire.

Articoli Interessanti