By Erin Holloway

Recensione 'Il giro del mondo in 80 giorni': il viaggio vittoriano si rinnova in chiave moderna

Il nostro verdetto

Un'avventura piena di divertimento che può essere goduta da tutta la famiglia

Per

  • Con scene spettacolari e fughe audaci, questa era una televisione degna di qualsiasi film ad alto budget.

Contro

  • Con così tante avventure da mettere in valigia, abbiamo scoperto poco del tormentato retroscena di Phileas Fogg.

Questo post contiene spoiler per Intorno al mondo in 80 giorni episodi 1 e 2.

Ci sono state molte versioni cinematografiche del romanzo classico di Jules Verne del 1872 nel corso degli anni, ma questo ultimo adattamento ha portato la storia a un nuovo pubblico a Santo Stefano, in un'avventura che l'intera famiglia potrebbe godere.



I critici potrebbero aver soprannominato scherzosamente la nuova serie della BBC1 'Around The Woke In 80 Days', ma anche le storie più grandi devono essere al passo con i tempi e uno degli aspetti più divertenti di questa doppia fattura di apertura è stato il viaggio personale di Phileas Fogg alla scoperta di se stessi .

Nel romanzo, Fogg è un individuo infallibile che sembra non preoccuparsi di alcun aspetto della sua monumentale gita, eppure il protagonista di David Tennant è molto più timido e potremmo essere perdonati se ci chiediamo come se la caverebbe fuori casa, per non parlare di un viaggio globale - quando l'abbiamo incontrato per la prima volta.

Tuttavia, una sinistra cartolina che lo bollava come un codardo e alcuni incitamenti dei suoi amici al The Reform Club hanno presto portato Fogg sulla sua strada, mentre raccoglieva la sfida che Abigail Fix (Leonie Benesch) delineava nella sua colonna di giornale non accreditata.

Intorno al mondo in 80 giorni

Fogg ha letto l'articolo di Abigail Fix sul Daily Telegraph.(Credito immagine: BBC / Slim 80 giorni)

Fix è un detective maschio che insegue Fogg nel libro, ma la sceneggiatrice Ashley Pharoah lo ha trasformato in una donna anche per i numeri di genere e si sente sicuramente come una creazione molto moderna. Speriamo che ci sia di più nel suo personaggio oltre al suo spirito tenace, altrimenti rischia di diventare solo un espediente per compensare il rigido patriarcato del materiale originale.

Fix è senza dubbio la forza trainante del trio di viaggiatori, soprattutto rispetto all'altro suo compagno Passepartout (Ibrahim Koma), che riesce a trovarsi un lavoro come cameriere di Fogg grazie a un patetico livello di scrutinio. In effetti nessuno si è assicurato una posizione per cui era così selvaggiamente non qualificato da quando il Primo Ministro ha annunciato il suo ultimo gabinetto.

Abigail Fix non vede l'ora di mettersi alla prova con suo padre.(Credito immagine: BBC)

La prima tappa di questa sera a Parigi ha scavato in profondità nella storia passata di Passepartout e ha portato le nostre stelle al centro di una rivolta politica, servendo anche a costruire una connessione tra il cameriere francese e Miss Fix, qualcosa che sentiamo potrebbe crescere man mano che la serie va avanti.

Il nostro cuore è andato al povero Passepartout perché è stato costretto a scegliere tra suo fratello e il suo futuro, ma non possiamo biasimarlo per aver deciso di non unirsi a suo fratello in quella che era chiaramente una missione suicida. Dopotutto, i principi sono grandiosi, finché qualcuno non ti punta una pistola contro. Tuttavia sembra che il nostro amico francese non stia solo scappando dai suoi problemi, ma stia cercando disperatamente qualcosa che gli è mancato. Speriamo che lo trovi nelle prossime settimane.

Ibrahim Koma nel ruolo di Passepartout.

Passepartout ha dovuto affrontare una decisione straziante quando è arrivato a Parigi.(Credito immagine: BBC)

A parte il retroscena di Passepartout, il primo episodio è stato una spettacolare salva di apertura, con il tentato assassinio del presidente francese e la fuga in mongolfiera eseguita in modo impressionante con un budget della BBC. Speriamo che non abbiano sprecato tutti i loro soldi nel primo episodio e il treno in bilico nel secondo episodio di questa sera suggerisce che ne è rimasto molto nel serbatoio.

Un altro punto culminante è stata la straordinaria colonna sonora di Hans Zimmer (i cui crediti cinematografici includono artisti del calibro di Gladiatore , Pirati dei Caraibi, e Il Cavaliere Oscuro ), che ha aggiunto un'aura epica a questa travolgente avventura d'epoca e si è davvero complimentato con lo spettacolare finale del primo capitolo.

Vedere il trio attraversare le Alpi in questo stile è stato un momento mozzafiato, ma è stato solo alla fine del secondo episodio della serata che Fogg, Fix e Passepartout sono stati finalmente pronti per la colossale sfida che li attendeva. Fix e Passepartout avevano entrambi vacillato lungo la strada, ma la maggior parte dei loro dubbi provenivano dal loro leader, quindi siamo stati felici di vedere Fogg affrontare i suoi demoni e salvare finalmente il treno italiano dal disastro.

Inizia la prossima avventura!

Quando continuerà Il giro del mondo in 80 giorni?

La serie in otto puntate proseguirà con un'altra doppia fattura domenica 2 gennaio 2022.